HERITAGE | Modulo.01

Interpretare l'Heritage

Strategie di lettura del bene, fondamenti di interpretazione critica, tecniche di rilievo strumentale, procedure di acquisizione del manufatto.

Date: OTTOBRE - NOVEMBRE

Il Modulo fornisce le competenze teoriche e pratiche necessarie per la rilevazione e acquisizione digitale del manufatto. Particolare attenzione verrà data alle varie soluzioni attualmente disponibili, con una serie di approfondimenti che andranno dal rilievo strumentale alle tecniche di fotomodellazione.

 

Intervengono:

  • Francesco Bergamo (Università Iuav di Venezia)

  • Cristian Boscaro (Università Iuav di Venezia)

  • Antonio Calandriello (La Sapienza – Roma)

  • Monica Centanni (Università Iuav di Venezia)

  • Giuseppe D’Acunto (Università Iuav di Venezia)

  • Matteo Dellepiane (ISTI-CNR - Pisa)

  • Alessandra Ferrighi (Università Iuav di Venezia)

  • Umberto Ferro (Università Iuav di Venezia)

  • Fulvio Lenzo (Università Iuav di Venezia)

  • Josè Calvo Lopéz - (Universidad Politecnica - Cartagena)

  • Massimo Osanna (Soprintendenza - Pompei)

  • Mario Piana (Università Iuav di Venezia)

 

 

Corsi:

  • Sistemi digitali per la mappatura del degrado e la lettura delle interpretazioni costruttive

  • Metodologie di rilievo applicate agli apparati decorativi (Tecnologie di scansione laser 3D/luce strutturata)

  • Tecnologie di rilievo tramite fotogrammetrico multistereo

  • Frammenti di immaginario e spolia dell'antico

  • Andrea Palladio: studio dell'antico, progetto, cantiere

  • Le trasformazioni dei volti delle città: fonti e metodi per la storia

____________________________________________________________________________________________________________________________

MULTIMEDIA | Modulo.02

Ricreare l'Heritage

Digitalizzazione dei dati, creazione di un backup virtuale, visualizzazione digitale del bene, texturizzazione e animazione del manufatto  

Date: DICEMBRE - GENNAIO

Il Modulo introduce gli strumenti e le principali tecniche di modellazione digitale, fornendo ai corsisti le competenze necessarie per la conversione dei dati acquisiti in fase di rilievo in modelli tridimensionali del manufatto. Verranno inoltre esaminate le piattaforme software utilizzabili per coniugare modello e dati informativi in un unico archivio interrogabile, fornendo così ai corsisti le competenze per la creazione di un vero e proprio backup virtual e del patrimonio.

 

Intervengono:

  • Francesco Bergamo (Università Iuav di Venezia)

  • Alessio Bortot (Università Iuav di Venezia)

  • Cristian Boscaro (Università Iuav di Venezia)

  • Massimiliano Ciamaichella (Università Iuav di Venezia)

  • Livio De Luca (MAP - Marsiglia)

 

Corsi:

  • Introduzione e allineamento alla modellazione digitale

  • Corso di modellazione digitale per i beni culturali

  • Metodi e procedure di Re-topology

  • Introduzione alle tecnologie Cad-CAM

  • Ottimizzazione del modello per creazione di un file stl

  • Sistemi di mappatura del modello e rendering

____________________________________________________________________________________________________________________________

INTERACTIVE | Modulo.03

Valorizzare l'Heritage

Immersive Storytelling, strategie hi-tech per la valorizzazione e la promozione, fruizione immersiva

Date: FEBBRAIO - MARZO

 

Il Modulo intende fornire una panoramica su quali siano gli strumenti tecnologici maggiormente utilizzati nelle strategie di comunicazione, valorizzazione e fruizione del patrimonio. Più nello specifico il Modulo, in linea con le tendenze del mercato e della ricerca internazionali, affronta i possibili risvolti applicativi offerti da alcune tra le soluzioni più innovative offerte dalle cosiddette Immersive Technologies, quali le proiezioni in 3DMapping e Micromapping, le applicazioni in Augmented Reality e Virtual Reality (tecnologie Samsung Gear, Oculus e Vive), le rappresentazioni olografiche e le panoramiche video/fotografiche a 360°. Il Modulo propone un approccio metodologico sia teorico che pratico: agli interventi frontali – dedicati a restituire lo status quo del mercato – si alternano infatti dei workshop operativi, attraverso i quali i corsisti possono acquisire una competenza di base in alcune delle tecnologie esaminate. Sono inoltre previsti una serie di contributi dedicati alla presentazione di alcuni key studies d’eccellenza, estrapolati dai più diversi ambiti – tutela, restauro, musealizzazione, promozione, scenari sensibili (bellici, disastri naturali), attività di tutela e monitoraggio nazionali e internazionali – pensati per fornire ai corsisti una casistica concreta di quali siano le possibili applicazioni pratiche e professionali offerte dal Digital Heritage.

 

Intervengono:

  • Giuseppe D’Acunto (Università Iuav di Venezia)

  • Andrea Gion (Drawlight s.r.l. – Padova)

  • Mick Odelli (Drawlight s.r.l. – Padova)

  • Renato Saleri (Escole National Superieur d’Architecture de Lyon - Lione)

  • Sofia Pescarin (CNR ITABC - Roma)

 

Corsi:

  • Modelli critico-interpretativi per la divulgazione in rete dei Beni Culturali

  • Catalogazione informatizzata dei beni culturali

  • Introduzione agli immersive media e alle modalità di fruizione.

  • Laboratorio di Fruizione Immersiva: 3dmapping, micromapping, ologrammi

  • Laboratorio di Fruizione Individuale: unity, video 360, samsung, app.

____________________________________________________________________________________________________________________________

TIROCINIO E WORKSHOP FINALE

Date: APRILE - SETTEMBRE

Il Modulo finale è dedicato ad una serie di attività fortemente operative, che integrano e completano il percorso formativo del Master. La prima parte del Modulo sarà dedicata al Workshop Finale, durante il quale verranno definite le linee guida per la redazione della Tesi e per la definizione degli eventuali temi individuali. Il lavoro finale consisterà infatti nella redazione di un vero e proprio progetto di digitalizzazione patrimoniale, nel corso del quale i corsisti dovranno mettere in pratica il know-how e le diverse competenze teoriche e tecniche acquisite nel corso del Master. La Tesi potrà essere sviluppata sia a partire da una proposta autonoma del corsista, sia allineandosi con il caso campione proposto dal comitato scientifico del Master, individuato nella Scuola Grande di San Giovanni Evangelista a Venezia. Oltre alla Tesi e ad al Workshop Finale il Modulo prevede anche un periodo di Internship, che il corsista porterà a termine maturando uno stage professionale o presso uno dei soggetti partner, oppure all’interno di altre realtà individuate e suggerite dal corsista stesso.