Monica Centanni
Docente MI-Heritage

Frammenti di immaginario e spolia dell'antico.

Durata corso: 30 ore

 

Obbiettivi formativi  

Il corso mira a dotare lo studente della strumentazione metodologica necessaria per affrontare un'analisi storica e iconologica contestuale di frammenti archeologici antichi o all'antica.

Il primo obiettivo del corso è l'acquisizione di una prospettica critica allenata a riconoscere la relazione, intensa e complessa, che ogni epoca intrattiene in modo diverso con la tradizione classica – greca, romana e bizantina.

L'obiettivo generale è l'acquisizione della capacità di identificare le forme antiche e di recuperare il senso del reimpiego e il loro significato.

Contenuti 

Il corso è incentrato sullo studio dei frammenti antichi o all'antica inseriti in monumenti del centro storico di Venezia e isole. Si tratta di spolia in se (elementi o frammenti originali, provenienti da monumenti greci, romani e bizantini) e spolia in re (manufatti ex novo, ispirati all'antico).

Il corso prevede:

A) un primo gruppo di lezioni dedicate all'approccio teorico e all'apprendimento della strumentazione storico-critica;

B) un secondo gruppo di lezioni dedicate all'approfondimento specifico su alcuni manufatti, selezionati come rappresentativi dei diversi usi degli spolia:

1) materiale; 2) compositivo; 3) ornamentale; 4) simbolico.

Modalità di svolgimento della didattica 

Una parte delle lezioni (10 ore su 30) saranno svolte in aula; un'altra parte più consistente (20 ore) si svolgerà in vari luoghi del centro storico e della laguna (tra gli altri: Basilica di San Marco; Arsenale di Venezia; Chiostro di Sant'Apollonia; Chiesa dei Santi Maria e Donato, Murano, et al.); epigrafi erratiche nel centro storico di Venezia.